Dolor y Gloria – Pedro Almodovar

Il dolore colpisce il corpo e l’anima, prova a combatterlo ma non migliora né quello fisico né quello psicologico. Il dolore è il sintomo dei sensi di colpa, del risentimento e della perdita, si affianca al bisogno di solitudine, all’inerzia creativa e all’incertezza emotiva. Spingersi verso una deriva fatta di incursioni nella memoria sembra un altro tentativo per allontanare il dolore, una fuga per chiudersi ancora più lontano dal mondo. L’incontro con l’eroina lo avvicina ulteriormente alla sua attitudine al sogno-ricordo, da questo momento occuperà la sua vita per rivivere quella passata.

Sognare-ricordare e ricorrere all’eroina gli servono a spiegare le misteriose avventure del cervello e gli accadimenti della vita. Sognare e ricordare le cose magnifiche che sono le impressioni dell’infanzia non è un dono concesso a molti. Nelle scene relative all’infanzia si trova il germe delle passioni dell’uomo adulto che poi saranno quelle relative al suo genio. Un dolore, una gioia, un incontro, una rivelazione, dilatati a dismisura diverranno poi nell’uomo adulto dotato ad esprimersi il principio di una realizzazione artistica, in questo caso il cinema. È durante l’infanzia che Salvador scopre il suo amore per il cinema e il suo ricordo di quelle pellicole proiettate su pareti di calce bianca avrà sempre “l’odore della pipì, del gelsomino e della brezza estiva”

Affascinante è la bellezza estetica e sentimentale di quando descrive sua madre, con tenerezza nelle sue apprensioni e nel suo orgoglio, con delicatezza nel non voler aggiungere colpevolezza alle sue mancanze.

Due ritrovamenti casuali, una persona che è stata importante e un acquerello che susciterà ancora un ricordo, produrranno la spinta decisiva al superamento, la soluzione all’impasse. Il ricordo non sarà più il rifugio per gestire l’ansia e la depressione ma il nuovo punto di partenza per una nuova chiarezza, una consapevolezza del proprio vissuto per farlo riemergere in un’attuazione creativa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...